Operatore di Cucina

L’operatore di cucina è una figura professionale in grado di svolgere le operazioni connesse alla preparazione dei piatti, di supportare gli chef nell’allestimento e nella proposizione estetica delle portate da servire alla clientela. Si occupa inoltre della cura e sanificazione delle attrezzature, della conservazione delle materie prime, di ingredienti e semilavorati, rispettando quanto previsto dal sistema di autocontrollo per la sicurezza dei prodotti alimentari. L’operatore di cucina trova la sua collocazione generalmente come dipendente in strutture alberghiere dotate di servizio ristorazione, mense, ristoranti, agenzie di catering.

Requisiti obbligatori di accesso al percorso:
– Assolvimento dell’obbligo di istruzione;
– Maggiore età o assolvimento del diritto-dovere all’istruzione e/o alla formazione professionale;
– Per i cittadini stranieri conoscenza della lingua italiana almeno al livello B1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue, restando obbligatorio lo
svolgimento delle specifiche prove valutative in sede di selezione, ove il candidato già non disponga di attestazione di valore equivalente;
– I cittadini extracomunitari devono disporre di regolare permesso di soggiorno valido per l’intera durata del percorso o dimostrazione della attesa di rinnovo,
documentata dall’avvenuta presentazione della domanda di rinnovo del titolo di soggiorno.

Durata corso: 233 ore di cui 153 ore d’aula e 80 ore di tirocinio.

Il corso permette il rilascio di Certificato di qualificazione professionale rilasciato ai sensi del D.lgs 13/13.